Ci sono persone che sanno tutto e purtroppo č tutto quello che sanno. Oscar Wilde
Pagina iniziale / About me / Contattami / Login
Tutto è iniziato oggi, alle 17 circa... Ho pensato e l'ho fatto. Questo è il primo passo per il mio piercing!!! Per ora mi sta piacendo, considerate che ce l'ho addosso da quasi tre ore eh.
Ma non è un problema se vedo che non fa per me, basta toglierlo e tutto finisce. Però penso che mi piacerà parecchio e sicuramente, ancora di più, appena potrò togliere questo provvisorio e mettere il piercing definitivo. Quello che piace a me! Ancora sono indeciso per il colore e la fantasia della pallina che metterò, ma avrò un po' di tempo per pensarci. Perchè comunque questo lo devo tenere un po' di settimane per formare bene il buco.
Mi sembra ancora tutto molto strano, ancora mi ci devo abituare, però l'idea mi sta piacendo molto.
Queste sono le prime e spontanee impressioni. Per ogni evoluzione la storia continua...


Hasta pronto...
by nuke
Sunday, 17 Maggio 2009!! Alle: 19:56
commenta commenta ( 15Visite )  |  
( 0 / 0 )

Sì è proprio vero. Vivi la vita ora, fai le scelte che ti sembrano più giuste ora, perché ciò che ti riserva la vita in futuro, non si può sapere e a seconda delle scelte, fatte senza aver vissuto abbastanza, possono essere molto deludenti.
Questa riflessione mi è venuta spontanea dopo che ho ascoltato una bellissima canzone di Lucio Battisti, inoltre del tutto casualmente ieri mentre ero a lavoro. La musica di Battisti, ma molto di più il testo impressionante di Mogol, mi hanno lasciato a bocca aperta, davvero impossibile che non ti faccia riflettere. Eh infatti ho voluto fare un po' di riflessioni qua nel mio blog come sempre.
La canzone è Anche per te. E' la storia di tre donne, completamente diverse, completamente indipendenti. Ma che tutte, per varie scelte che hanno preso, vivono una vita che in fondo in fondo non vorrebbero tantissimo.

La prima donna che compare:
Per te che è ancora notte e già prepari il tuo caffé
che ti vesti senza più guardar lo specchio dietro te
che poi entri in chiesa e preghi piano
e intanto pensi al mondo ormai per te così lontano.
E' una suora. Che ormai vive la sua vita a pregare all'interno di un convento, e tra i suoi pensieri compare spesso, inevitabilmente, la curiosità di sapere cosa potrebbe esserci fuori, nel mondo di tutti, diventato ora mondo ormai per te così lontano.
La seconda che descrive nel dettaglio:
Per te che di mattina torni a casa tua perché
per strada più nessuno ha freddo e cerca più di te
per te che metti i soldi accanto a lui che dorme
e aggiungi ancora un po' d'amore a chi non sa che farne.
E' una prostituta. Donna che per un motivo o per un altro ha dovuto scegliere di vivere i suoi giorni per strada. E' costretta ora, come fosse una routine quotidiana, a rientrare ogni mattina a casa, dopo che lì non c'è più nessun uomo che la cerca secondo lei per aggiungere ancora un po' d'amore a chi non sa che farne.
L'ultima donna anche lei purtroppo non soddisfatta della vita che si ritrova a vivere:
Per te che di mattina svegli il tuo bambino e poi
lo vesti e lo accompagni a scuola e al tuo lavoro vai
per te che un errore ti è costato tanto
che tremi nel guardare un uomo e vivi di rimpianto.
E' una ragazza madre. Si ritrova infatti a portare avanti una vita che ancora probabilmente non avrebbe voluto, o almeno non così in fretta, non così presto. Per colpa di un errore che le è costato tanto. Per colpa di un uomo (anzi uno stronzo), al quale sicuramente lei ha creduto e con il quale ha scelto di fare il suo errore, che l'ha lasciata sola. Che è scappato. Tanto che ora, nel pieno della sua vita, lei trema nel guardare un uomo e vivi di rimpianto.

Un testo davvero impressionante, bellissimo. Impossibile non riflettere.


Hasta pronto...
by nuke
Sunday, 17 Maggio 2009!! Alle: 11:36
commenta commenta ( 5Visite )  |  
( 0 / 0 )

Per ora è solo tutto un Sogno, ma se c'è la passione perchè non Sognare?

by nuke
Saturday, 16 Maggio 2009!! Alle: 15:32
commenta commenta ( 32Visite )  |  
( 0 / 0 )

Hanno fatto conoscere la loro voce e la loro musica con How to Save a Life il precedente anno e da febbraio 2009 sono tornati su tutte le radio e non solo, con una nuova opera i The Fray. Il grande successo del 2008 è stato annunciato e riconosciuto da tutto il mondo musicale di massa (How to save a life è stata usata come colonna sonora di Gray's Anatomy in quella stagione).
Successo non diverso per la nuova You Found Me, bellissima canzone di questo gruppo di Denver, davvero significativa per molti aspetti. Infatti anche questa è stata scelta come colonna sonora per la serie televisiva Lost. La musica è curata particolarmente bene, con un pianoforte tipico dei The Fray, e la voce molto appropriata per il testo che narra.
Le parole ne fanno un'opera particolarmente triste ma che in qualche punto ci tocca un po' tutti. Il significato è infatti una storia conosciuta che senza dubbio, per un motivo o per un altro, abbiamo passato tutti. La perdita di qualcuno e la sua totale mancanza, enorme, finchè qualcosa cambia, e per uno strano motivo quella che era una sofferente distanza, si rimpiciolisce sempre di più e ci si ritrova, in ritardo, persi, insicuri, ma ci si ritrova.
Un pezzo del testo dice:
Where were you?
When everything was falling apart
All my days were spent by the telephone
It never rang
And all I needed was a call
e cioè:
Dove eri?
Quando tutto andava a rotoli
Tutti i miei giorni passati davanti al telefono
Che mai ha squillato
Eppure sarebbe bastata una chiamata


Un significato profondo dunque in tantissime parti del testo, così come anche nel ritornello:
Lost and insecure
You found me, you found me
Lying on the floor
Surrounded, surrounded
Why'd you have to wait?
Where were you, where were you?
Just a little late
You found me, you found me

In italiano:

Perso e insicuro
Mi hai trovato, mi ha trovato
Sdraiato sul pavimento
Circondato, circondato
Perchè hai dovuto aspettare così tanto?
Dove eri, dove eri?
Solo un po' in ritardo
Mi hai trovato, mi hai trovato



Hasta pronto...

by nuke
Sunday, 10 Maggio 2009!! Alle: 14:36
56 Commenti 56 Commenti ( 1233Visite )  |  
( 0 / 0 )

Gli artisti italiani riuniti per l'Abruzzo, in una canzone davvero originale per collaborare, con i ricavati delle vendite dei CD, alla ricostruzione.
E' un'iniziativa particolare perchè riesce a coinvolgere tutti coloro che hanno voluto partecipare, senza dover fare grandi opere come album e album di musica, ma solo con una bella e semplice canzone.
Infatti ogni frase che compone la canzone è cantata da un diverso cantante collaboratore al progetto, così facendo si alternano tanti artisti in un'unica canzone, frase dopo frase.
Ognuno con il suo stile e con la sua voce, tutti insieme perchè, come dice la presentazione pubblicitaria del CD: "Se siamo insieme domani è già qui".

Un significato nel testo, ovviamente riferito alla ricostruzione dalle macerie, ma che si estende anche alla vita di tutti, quando le cose vanno male in generale c'è sempre un domani, con l'aiuto di qualcosa o di qualcuno, questo domani è già qui, un domani nel quale poter e riuscire a ricostruire ogni cosa.

Il titolo della canzone è Domani 21 Aprile 2009 e qui ho voluto riportare il testo, con la parte cantata dal corrispondente artista. Notate che la canzone di suo è un po' più lunga di una normale canzone che in media dura 3.30 minuti, questa arriva a quasi 6.40, però l'inziativa è davvero originale e la lunghezza è stata gestita bene non facendosi percepire.


Tra le nuvole e i sassi/ passano i sogni di tutti (Ligabue)
passa il sole ogni giorno/ senza mai tardare. (Tiziano Ferro)
Dove sarò domani? (Enrico Ruggeri)
Dove sarò? (Gianni Morandi)
Tra le nuvole e il mare/ c'è una stazione di posta (Franco Battiato)
uno straccio di stella messa lì a consolare (Massimo Ranieri)
sul sentiero infinito (Max Pezzali)
del maestrale (Eugenio Finardi)
Day by day (Zucchero)
Day by day (Cesare Cremonini)
hold me/ shine on me. (Zucchero)
shine on me (Cesare Cremonini)
Day by day save me shine on me (Zucchero, Carmen Consoli, Mauro Pagani, Cesare Cremonini, Eugenio Finardi)
Ma domani, domani,/ domani, lo so (Francesco Renga)
Lo so che si passa il confine, (Roberto Vecchioni)
E di nuovo la vita (Mauro Pagani)
sembra fatta per te (Giuliano Palma)
e comincia (Elio)
domani (Elio e Le Storie Tese, Vittorio Cosma)
domani è già qui (Jovanotti)

rap 1 Estraggo un foglio nella risma nascosto
scrivo e non riesco forse perché il sisma mha scosso (Caparezza)

rap 2 Ogni vita che salvi, ogni pietra che poggi, fa pensare a domani ma puoi farlo solo oggi (Frankie Hi NRG)

e la vita la vita si fa grande così (Gianluca Grignani)
e comincia domani (Giuliano Sangiorgi)
Tra le nuvole e il mare si può fare e rifare (Claudio Baglioni)
con un pò di fortuna (Ron)
si può dimenticare. (Luca Carboni)
Dove sarò (Baustelle)
domani? Dove sarò? (Samuele Bersani e Baustelle)
oh oh oh (coro: Carmen Consoli, Antonella Ruggiero, Alioscia, Pacifico, Mango, Massimo Ranieri, Bluvertigo, Nek, Giuliano Palma, Antonello Venditti, Roberto Vecchioni, Albano)

rap 3 Dove sarò domani che ne sarà dei miei sogni infranti, dei miei piani/ Dove sarò domani, tendimi le mani, tendimi le mani (Marracash)

Tra le nuvole e il mare
si può andare e andare (Laura Pausini)
sulla scia delle navi
di là del temporale (Carmen Consoli)
e qualche volta si vede (Nek)
domani (Antonello Venditti)
una luce di prua (Nek)
e qualcuno grida: Domani (Antonello Venditti)

rap 4 Come laquila che vola
libera tra il cielo e i sassi siamo sempre diversi e siamo sempre gli stessi
hai fatto il massimo e il massimo non è bastato e non sapevi piangere e adesso
che hai imparato non bastano le lacrime ad impastare il calcestruzzo
eccoci qua cittadini dAbruzzo
e aumentano dintensità le lampadine una frazione di
secondo prima della finee la tua mamma,
la tua patria da ricostruire,
comu le scole, le case e specialmente lu core
e puru nu postu cu facimu lamore (Jovanotti, J Ax, Fabri Fibra e in chiusura Sud Sound System)

non siamo così soli (Giuliano Sangiorgi)
a fare castelli in aria (J Ax e Fabri Fibra)
non siamo così soli (Giuliano Sangiorgi)
sulla stessa barca (J Ax , Fabri Fibra)
non siamo così soli (Giorgia)
a fare castelli in aria (J Ax e Fabri Fibra)
non siamo così soli (Giorgia)
a stare bene in Italia (J Ax e Fabri Fibra)
sulla stessa barca (J Ax)
a immaginare un nuovo giorno in Italia (Giorgia, Giusy Ferreri, Dolcenera, Mario Venuti, Jovanotti, J Ax, Fabri Fibra)
Tra le nuvole e il mare si può andare, andare
Sulla scia delle navi di là dal temporale (Piero Pelù)
Qualche volta si vede una luce di prua e qualcuno grida, domani (Morgan)
Non siamo così soli (Giorgia, Mario Venuti, Giusy Ferreri, Dolcenera, Giuliano Sangiorgi)

(tromba solo di Roy Paci)

Domani è già qui
Domani è già qui (Jovanotti, Marracash, FabriFibra, J Ax)

(Assolo violino Mauro Pagani)

Ma domani domani, domani lo so, lo so, che si passa il confine (Gianna Nannini)
E di nuovo la vita sembra fatta per te e comincia (Elisa) domani (Sud Sound System)
Tra le nuvole e il mare, si può fare e rifare
Con un pò di fortuna si può dimenticare (Manuel Agnelli Afterhours)
E di nuovo la vita, sembra fatta per te (Mango)
E comincia (Niccolò Fabi)

(coro finale)
domani
E domani domani, domani lo so
Lo so che si passa il confine
E di nuovo la vita sembra fatta per te
E comincia domani

(Manuel Agnelli, Dolcenera, Zucchero, Niccolò Fabi, Pacifico, Giusy Ferreri, Alioscia, Pacifico, Max Pezzali, Caparezza, Niccolò Agliardi, Luca Carboni, Roy Paci, Tricarico, Ron, Giuliano Sangiorgi, negramaro, Negrita, Giorgia, Francesco Renga, Malika Ayane, Laura Pausini, Morgan, Jovanotti, Massimo Ranieri, Nek, Enrico Ruggeri, Piero Pelù, Antonello Venditti, Roberto Vecchioni, Carmen Consoli, Mango, Cesare Cremonini, Saturnino)

Domani è già qui, domani è già qui (Jovanotti)

by nuke
Saturday, 9 Maggio 2009!! Alle: 10:40
commenta commenta ( 279Visite )  |  
( 0 / 0 )


Indietro Altre notizie

powered by pppBLOG v 0.3.11